“Che posso fare? Proposte contro il disagio esistenziale e materiale”. È il titolo di un concorso organizzato nella scorsa primavera dal Lions Club di Pescia, con il sostegno del Comune e delle scuole superiori di Pescia, che lo hanno promosso tra gli studenti delle classi quarte. Pochi giorni fa sono stati premiati gli elaborati che hanno vinto, e il primo posto è andato a tre studentesse della classe IV G indirizzo Biotecnologie sanitarie dell’Istituto Tecnico Agrario Anzilotti: Guya Centini, Joy Princess Eweka e Vanessa Gori hanno presentato un progetto di gruppo che risponde alla domanda posta dagli organizzatori citando la grande lezione gandhiana: l’amore, rivolto a se stessi, agli altri e all’ambiente in cui viviamo è il motore più potente del cambiamento, e la risposta più efficace al disagio esistenziale che molti portano dentro. La premiazione si è svolta nel Conservatorio di San Michele alla presenza dell’assessore alla cultura e vicesindaco Guja Guidi, del presidente del Lions Pescia Maurizio Sonnoli e del’insegnante di Lettere delle vincitrici, il prof Giovanni Ricci; altri studenti accompagnati dai loro docenti erano tra i premiati o presenti come pubblico.

Le studentesse, molto emozionate nonostante la mascherina nascondesse i loro sorrisi, hanno ritirato gli attestati di partecipazione e il primo premio, un assegno di 350,00€.

Complimenti alle tre brillanti studentesse, e un grazie al prof Ricci, da parte di tutti i docenti dell’Istituto Anzilotti e dal dirigente scolastico prof. Francesco Panico.

Stefania Berti

admin

    Comments are closed.