Il convegno Olea, ormai da anni inserito nel calendario degli appuntamenti fissi che l’lstituto tecnico agrario “Anzilotti” organizza nel mese di novembre, si è tenuto ieri, sabato 23 novembre, in una sala conferenze strapiena, e ha coinvolto nomi di ricercatori e esperti di rinomanza nazionale. In ogni edizione sono coinvolti nell’organizzazione insieme all’istituto vari enti: per questa edizione un ringraziamento dell’Istituto va ai docenti di varie università italiane, della scuola Sant’Anna di Pisa, al Collegio interprovinciale dei periti, al Co.Ri.Pro, all’Associazione Ex Allievi dell’Istituto, alla Sezione soci UniCoop di Firenze e a Daniela Vannelli (capo panel test della Camera di Commercio di Pistoia); l’evento è un’opportunità per la scuola di aprirsi al territorio e dar modo di conoscere sempre più a fondo il mondo dell’olivicoltura; ma mira ancherte fondamentale alla partecipazione e al coinvolgimento degli studenti. Quest’anno la classe V C dell’istituto ha seguito di un percorso di approfondimento in aula con i docenti e con il supporto di Daniela Vannelli, e ha partecipato a un’iniziativa di promozione dell’olio della scuola e dell’olio EVO toscano presso la Galleria Commerciale della Coop.Fi di Montecatini Terme.

 Al convegno di ieri questi sono stati gli interventi dei relatori:

 Il dott. Claudio Cantini dell’Istituto per la BioEconomia (IBE CNR), Dipartimento di Scienze Bio AgroAlimentari, ha parlato di “life Resilience” e degli interventi per il contrasto della diffusione della Xylella nella zone non ancora interessate dalla malattia.

 Susanna Bartolini, ricercatrice presso la Scuola Sant’Anna di Pisa, ha tenuto un intervento sulle varietà di olivo Millennio brevettate dall’ateneo pisano, di cui detiene l’esclusiva il Co.Ri.Pro. 

 Tommaso Ganino, ricercatore presso l’Università di Parma ha parlato dell’olivo al Nord e in particolare del caso dell’Emilia Romagna: biodiversità, selezione e adattamento al centro del suo intervento.

 Pier Federico La Notte, responsabile del Progetto “Xylella” curato dall’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante del CNR di Bari, ha parlato della situazione attuale in merito a contenimento, prevenzione e ricerca. 

Ha moderato il convegno il dott. Mauro Centritto del CNR.

Stefania Berti

 

 

 

 

 

admin

    Comments are closed.