November 17, 2019

PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E PER L’ORIENTAMENTO (PCTO)


 

  Poiché il futuro di un Paese e le sue prospettive di crescita economica sono strettamente correlate al livello culturale della popolazione, l’istruzione dei giovani è un elemento che sta a cuore agli imprenditori perché essi sono consapevoli dell’importanza che assume la formazione nella crescita del Paese e nella competitività delle imprese. Da tempo Confindustria e MIUR collaborano attivamente in maniera organica e sistematica a sostegno dello sviluppo del capitale umano, quale risorsa strategica sulla quale investire al fine di incrementare le opportunità occupazionali e migliorare la qualità della vita. Per questo motivo, a partire dal 2005, con la Legge 77 è stato introdotto questo “modo alternativo” di acquisire competenze in contesti extrascolastici, che ha anche lo scopo di motivare gli allievi con metodologie didattiche diverse, far apprendere all’interno di contesti lavorativi e raccordare l’offerta formativa alle caratteristiche culturali e economiche del territorio. Il risultato finale dell’uso di questa nuova metodologia dovrebbe essere quello di incrementare la qualità e l’innovazione dell’istruzione in accordo a quanto richiesto dagli standard europei, formando risorse umane dotate di adeguate conoscenze, nonché di competenze professionali idonee ad accedere al mondo del lavoro. La costruzione di questi percorsi richiede una stretta collaborazione tra il mondo produttivo, dove gli alunni svolgeranno il loro percorso volto all’acquisizione di precise competenze, e la scuola che dovrà certificarle. Come previsto dalla Legge 107/2015 e successiva modificazione riportata sulla Legge di Bilancio 2019, gli Istituti Tecnici attueranno almeno 150 ore di stage formativi nel secondo biennio e nel quinto anno per confermare/potenziare le competenze acquisite o in via di acquisizione, al fine di incrementare le opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti.

  L’attività di PCTO rientra a pieno titolo nel curricolo scolastico, come prevede la normativa, e i criteri generali di realizzazione vengono stabiliti dal Collegio docenti. E’ responsabilità ultima del Consiglio di Classe definirne i contenuti, i modi e tempi di attuazione nonché le procedure di verifica delle competenze apprese. Gli studenti dell’Istituto svolgono esperienza obbligatoria di PCTO. Ogni esperienza in aziende esterne viene realizzata sulla base di una apposita convenzione e di un progetto formativo, ed è seguita da un responsabile interno (tutor) scelto dal Consiglio di Classe. Il tutor interno concorda con il tutor aziendale le esperienze che per ogni singolo studente verranno scritte nel curriculo personale, si assicura personalmente del positivo svolgimento dell’esperienza e interviene, se necessario, per ottimizzarla. Ogni periodo di stage formativo è soggetto a valutazione che risulterà dalla media della griglia di valutazione compilata dal tutor aziendale in accordo con il tutor scolastico e dalla redazione di una relazione da parte dello studente, valutata dal docente curriculare della disciplina afferente l’attività.

  Per l’indirizzo di studio di Biotecnologie sanitarie, l’esperienza di alternanza scuola-lavoro si tradurrà in un voto che farà media con le valutazioni delle seguenti discipline in base all’anno di frequenza:

  • Microbiologia nella classe terza;
  • Igiene nella classe quarta.

  Per l’indirizzo di studio Agraria, Agroalimentare e Agroindustria, l’esperienza di alternanza scuola-lavoro si tradurrà in un voto pratico, laddove previsto, nelle discipline caratterizzanti il percorso di studio, che variano sia in base all’anno di frequenza degli studenti, che in base all’articolazione del percorso di studio scelto. Le discipline caratterizzanti sono le seguenti:

  • per le classi terze di tutte le articolazioni: Produzioni vegetali, Trasformazione dei prodotti e Produzioni animali;
  • per le classi quarte: Produzioni vegetali, Trasformazione dei prodotti e Produzioni animali;
  • per le classi quinte: Produzioni vegetali, Trasformazione dei prodotti e Produzioni animali sia per l’articolazione di Gestione dell’ambiente e del territorio sia l’articolazione di Produzioni e Trasformazioni, mentre per l’articolazione di Viticoltura ed Enologia la disciplina è Viticoltura e difesa della vite o Enologia.
  • In base alla tipologia di azienda/ente di svolgimento del periodo di PCTO, e soprattutto in base alle differenti competenze che gli studenti acquisiranno durante tale periodo, verrà individuata dal tutor scolastico la disciplina maggiormente caratterizzante il periodo di alternanza, all’interno della quale far confluire la valutazione finale. Questa sarà determinata per entrambi gli indirizzi dell’istituzione scolastica dalla media tra il voto assegnato da entrambi i tutor (scolastico e aziendale) e il voto della relazione conclusiva del periodo redatta da ogni singolo studente in base all’attività svolta e assegnato dal tutor scolastico.

  I partner aziendali, tramite il tutor scolastico, sono scelti tra le aziende del territorio che abbiano i requisiti di sicurezza previsti dalla legge, che rappresentino le necessità produttive del territorio e che si accordino con gli interessi di apprendimento dello studente e con il profilo in uscita. Le collaborazioni possono essere attivate anche con Enti privati e pubblici, Associazioni di categoria, Università, Musei, Fondazioni. Nel dettaglio, l’attività di PCTO viene organizzata secondo le competenze ascritte alla figura professionale in uscita e alle esperienze che lo studente intende ascrivere nel proprio curricolo.

  L’attività, in accordo alle Linee Guida del MIUR, verrà svolta per entrambi gli indirizzi (Agrario e Biotecnologie Sanitarie), declinata in base alle esigenze formative e, trattandosi di 150 ore di attività, indicativamente calendarizzata nei tre anni come di seguito specificato:

  • Corsi di formazione per la Sicurezza sui luoghi di lavoro ai sensi del D. Lgs 81/08 per le classi seconde, per un totale di 12 ore per l’indirizzo Agrario e di 16 ore per l’indirizzo di Biotecnologie Sanitarie. Al termine della formazione, previa somministrazione di un test di verifica, verrà rilasciato un attestato della validità di cinque anni.

  Per le classi terze e quarte dell’indirizzo delle Biotecnologie Sanitarie:

  • Due settimane di stage per complessive 72 ore.

  Per le classi terze dell’indirizzo Agraria, Agroalimentare e Agroindustria, articolazioni “Gestione dell’ambiente e del territorio” e “Produzione e trasformazioni” l’attività di PTCO sarà svolta per una settimana per complessive 36 ore. Per le classi quarte l’attività si svolgerà per due settimane per complessive 72 ore e le classi quinte svolgeranno una settimana di attività per complessive 36 ore.

  Le classi dell’articolazione “Viticoltura ed enologia” svolgeranno l’attività di PCTO in quarta e in quinta per due settimane per complessive 72 ore.

  Le ore di PCTO nel nostro istituto vengono principalmente svolte presso le aziende, laboratori clinici, cliniche veterinarie e imprese del territorio ma rientrano in esse anche l’organizzazione e la gestione di manifestazioni interne all’istituzione scolastica (Naturalitas, Profumo di vino, Olea, Mangia la foglia e altre), la realizzazione di progetti specifici di carattere professionalizzante, attività esterne all’istituto (servizi ed eventi in collaborazione con enti, associazioni, etc.), e le attività scolastiche extra-curricolari (corsi di lingue, corsi di formazione, etc.) oltre alla partecipazione a fiere di settore agroalimentare e biotecnologico. In ogni caso l’attività segue la normativa specifica e prevede il conteggio di un massimo di 6 ore al giorno per un massimo di 36 ore settimanali.

  L’azienda annessa all’Istituzione scolastica concorre al raggiungimento degli obiettivi didattici e, assieme alle aziende esterne, allo sviluppo delle competenze proprie del profilo in uscita.

  Durante l’anno scolastico vengono organizzate varie attività di PCTO anche con viaggi all’estero. Per esempio a ottobre per trenta alunni delle classi quarte e quinte la scuola ha organizzato un viaggio di istruzione in Irlanda. Gli alunni sono stati accompagnati da alcuni docenti per partecipare a un corso di inglese presso il Pace Language Institute di Bray dove hanno alloggiato presso famiglie residenti in città in modo da conoscere abitudini e usi locali. Oltre al corso di Inglese gli studenti hanno svolto diverse esperienze di PCTO: una visita alla fabbrica della birra Guinness e un’altra alla fabbrica di cioccolato Butlers; in entrambe le occasioni gli alunni hanno assistito alle varie fasi di produzione e trasformazione dei prodotti. Sono state fatte anche escursioni a carattere artistico e culturale a Dublino. Per l’organizzazione e la gestione delle attività di PCTO sono state individuate due figure di coordinamento per l’indirizzo Agrario e Biotecnologie sanitarie, in parte utilizzando il potenziamento assegnato per l’a.s. 2019/2020. Le griglie di valutazione delle attività svolte sono depositate agli atti della scuola.